martedì 11 novembre 2014

To be continued....

Diario Giappone under construction



 -----------------------LOADING--------------------------

domenica 9 novembre 2014

GIAPPONE : Parte 2 Nikko

24 SETTEMBRE
Oggi faremo la prima escursione fuori Tokyo che si trattera' di Nikko,percio' arriviamo a Tokyo con la metro e ci rechiamo nell'ufficio JR per farci cambiare il famoso Japan Rail Pass
IL VOUCHER

IL JRP UNA VOLTA CAMBIATO IL VOUCHER NEGLI UFFICI
 Andiamo a prenotare i posti nelle biglietterie Jr e seguiamo i cartelli per la linea ferroviaria sempre Jr e partiamo per Utsunomiya dove poi prenderemo un altro treno JR locale per Nikko.
(Scusate per tutti questi JR!  )



Una volta arrivati cerchiamo l'ufficio turistico che troveremo uscendo dalla stazione verso destra e ci facciamo dare la mappa.Prendiamo il bus turistico per andare verso le principali attrazioni e siccome ci sono vari stop,decidiamo di fermarci dal punto piu' basso,cioe' dal famoso ponte rosso per poi salire verso i templi.
Il ponte Shinkyo si può fotografare dalla strada, senza la necessità di pagare il biglietto per salirci sopra,dopodiche' prendiamo un sentierino che ci portera' di fronte al tempio Rinnoji

INDOVINA INDOVINELLO CHI E' CHE SI NASCONDE COME UN BIRBANTELLO?
 

Purtroppo il tempio Rinnoji e' coperto dalle impalcature che non gli rendono giustizia,quindi ci limitiamo alla visita interna(a pagamento,mi sembra 400 yen circa)che contiene le statue delle tre divinita' buddiste.La visita si e' resa interessante anche grazie ai restauratori che lavorano sulle statue del templio.
Varchiamo poi il grande torii di pietra che ci portera' nel complesso







tra cui l'importante Santuario di Toshogu costruito nel 1636 in memoria di Ieyasu, fondatore dello shogunato Tokugawa, questo santuario è l’attrazione principale di Nikko.Si susseguono templi scintoisti e buddisti dai colori sgargianti e dai mille dettagli su ognuno di essi.Spiccano sicuramente agli occhi le tre scimmiette tanto nominate dalle guide:"Non vedere il male,non ascoltare il male,non parlare del male", simbolo tradizionale della cultura giapponese.



il Sanjinko con i suoi elefanti ,il celebre Nakiryū o drago urlante nel Honji-do dentro il quale si potra' assistere ad una lezione di acustica dei monaci buddisti che suonando un gong daranno l'impressione sia l'urlo del drago in base a dove viene suonato; le insuperabili decorazioni in foglia d’oro fiori e animali mitologici sulla Yōmei-mon










ed ecco che finalmente trovo l'icona Giapponese che piu' adoro,il Maneki Neko dormiente intagliato nel legno



Da qui la Sakashita-mon si apre su un sentiero che sale in mezzo al bosco(preparatevi a fare 385789346936 scalini )fino alla tomba di Ieyasu.

Visitato questo complesso,e riscendendo tuuuuuutti gli scalini svoltiamo verso destra per il santuario Futurasan ed il Tayiuin-byo.Il primo è stato fondato nel 782 da Shodo Shonin ed e' il piu' antico di tutta Nikko...no sto neanche a dire che tutti questi santuari ovviamente fanno parte dell'Unesco.
Prima di arrivare all'ingresso non possiamo non fare una foto agli operai con giubbotto aera panza/ascelle..cioe' ma quanto sono avanti??!!!
 Varchiamo l'ingresso e visitiamo altri due bellissimi santuari mentre una leggera pioggerellina inizia a scendere,ma tanto meglio,crea un'atmosfera surreale



DEDICA AD ARASHI(FRATELLINO DI AKIRE,LA MIA CUCCIOLA)CHE DEVE FARE UNA BRUTTA OPERAZIONE
E finisce cosi' la nostra visita a Nikko anche se ad un oretta di distanza ci sarebbero altri luoghi turistici che per mancanza di tempo e stanchezza non visiteremo,quindi riprendiamo i mezzi per Tokyo e torniamo al nostro appartamento.Ci riposiamo,facciamo una doccia ed essendoci ricaricati che facciamo? Andiamo ad Odaiba.
Scendiamo alla fermata metro di Shimbashi e prendiamo la linea Jr Yurikamome che ci regalera' una vista mozzafiato sulla baia.Ci posizioniamo ai primi posti sul muso del treno,un po' come quando si va sul bruco mela per godersi il panorama e devo dire che scelta non fu mai piu' azzeccata.
Le luci sul Rainbow Bridge fanno brillare tutta la baia regalando una spettacolare visione notturuna e la Statua della Liberta' rende questa parte di Tokyo davvero unica e molto Ammmerricana!

                                      Siamo sul pontile esattamente di fronte al Decks


un centro commerciale che ha un sacco di negozi e ristoranti per ogni palato,ma i pezzi forti sono sicuramente Legoland,il regno dei bambini...e il nostro,Madame Tussaud e un fantastico ristorante dove poter fare barbecue all'ultimo piano con la vista sulla baia...SPETTACOLO! Purtroppo e' solo su prenotazione e inoltre pioveva...parecchio pioveva,cosa che non bloccava i Giappi che tutti coperti stile sacco della pattumiera grigliavano scialati la loro carne sotto mezzo tifone! (ho il video che devo aasolutamente trovare!)
Facciamo il giro veloce di perlustrazione e ci perdiamo negli infiniti e strapieni negozi di NONSOCOSA e MACHEDIAMINEE'STAROBA



Quand'ecco che iniziamo ad avere fame e ci buttiamo nel ristorante che mi ispirava.Ci accoglie una signora anziana nel suo bel kimono verde,ci fa accomodare e parlera' perennemente in Giapponese con noi per tutta la serata nonostante le ripeteremo svariate volte che non capiamo una cippa! Ma lei e' cosi' tenera e ospitale che facciamo sempre di si con la testa per accontentarla! Ci porta due salviettine calde(le vediamo per la volta,ma poi ci accompagneranno per tutto il viaggio,e tutt'ora non abbiamo capito a cosa servissero! ),io e Fra ci guardiamo con faccia da punto di domanda.Io inizio ad avvolgerle sulle mani,erano cosi' belle caldine..poi pero' pensavo fosse sconveniente e le rimetto sul tavolo,nel frattempo guardo Fra che con quelle salviette ci si asciuga la faccia,ci manca solo che si fa il bidet e si soffia il naso! Allora con nonchalance ci guardiamo intorno ma nessuno le usa e quindi non capiamo per cosa le abbiano create! Vabbe...ordiniamo qualcosa che non capiamo e devo dire che per la prima volta anche se ad occhi chiusi non prendo una ciofeca.Credo di aver preso carne di manzo in una salsina che assomiglia al Marsala su letto di riso e cavolo cappuccio,piu' brodazza neanche tanto male se non fosse che dentro ci navigava una specie di Spongebob dal sapore (a parer mio) inquietante!Mentre Fra rimane un po deluso dal suo piatto che consiste nel mischiare delle salsine piccanti su uovo (di quaglia???!!! ) crudo sempre con brodazza di contorno.


Intanto sgamiamo dei Giappi che usano le salviette,ma una coppia ci puliva il tavolo mentre altri si asciugavano la bocca per cui per noi e' tutt'ora un mistero che poi chiameremo "the curse of the Japan towel!" 
Finiamo la cena,paghiamo e la tenerissima signora ci saluta per mezz'ora(mi autofustigo per non avere una foto ricordo con lei,era cosi' tascabile).
Riprendiamo la Yurikamome,scendiamo a Shimbashi e via per Higashi Shinjuku e finally a nanna!
ps: gadget preso al Decks..un Akitino (uno di una lunga serie di spese INUTILI)

GIAPPONE : Parte 1 Tokyo

22 SETTEMBRE
  
                                
L'aereo atterra puntuale,non ci sembra vero,12 ore non sono passate per niente e l'unica cosa che vorrei vedere e' il letto visto che non sono riuscita a dormire neanche un po' sull'aereo  .
Ci rechiamo ai controlli che saranno veloci,ritiriamo i bagagli e prima di uscire troviamo un altro blocco dove un simpatico Giapponese ci chiede perche' siamo qui,dove andremo ecc ecc e siccome sono stanca,dobbiamo ancora viaggiare e ho SONNO,lo sbalordisco dicendogli l'elenco di tutte le citta' in 3 nano secondi! Lui ride e ci fa passare
IL BENVENUTO

Dall'aereoporto troverete dei cartelli che vi condurranno alla stazione(ci arriverete a piedi)e arrivati alla biglietteria faremo il biglietto per il Narita Express perche' il Japan Rail Pass non lo attiveremo oggi,e solitamente conviene comprarlo all'andata invece che al ritorno perche' non so per quale motivo ma per l'andata vi faranno lo sconto del 50% mentre al ritorno no.
Dopo un oretta di treno eccoci a Tokyo,dove faremo la Suica card in modo da non dover fare il biglietto della metro ogni volta. Cerchiamo la nostra linea per Higashi Shinjuku,troviamo in men che no si dica il nostro hotel:Residence Shinjuku,a due passi dalla stazione,e anche se il check in sarebbe stato alle 15 nonostante siano solo le 13 il proprietario mi dice che non ci sono problemi...credo mi abbia guardato in faccia e credo di avergli fatto pena....tanta pena!
Dopo due orette di sonno profondo cerco di riprendere i pezzi e ricompormi,saranno le 16,30 e se riusciamo dobbiamo cercare di vedere Shinjuku entro oggi!
Prendiamo la metro e appena usciti lo spettacolo che avremo davanti agli occhi sara' questo


Il Tokyo Metropolitan Government ospita la sede del governo metropolitano di Tokyo, che governa non solo i 23 quartieri, ma anche le città, paesi e villaggi che compongono Tokyo nel suo complesso.A due passi invece troviamo la Cocoon Tower che ospita tre scuole tra cui scuola di moda,medicina e design.

      
Wow,era da una vita che non mi trovavo davanti agli occhi dei grattacieli cosi' alti,anzi credo di averli visti solo a San Francisco finora,quindi Canon alla mano inizio io a fare la turista Giapponese! Credo che fotografero' ogni cosa si trovera' sulla mia strada.
Proseguendo verso la stazione di Shinjuku troviamo una grande piazza con un alta concentrazione di centri commerciali e negozi dalle proporzioni stratosferiche che vendono tecnologia fino allo sfinimento!




Girando in questi negozi,tra luci,suoni,rumori,mille prodotti e cose strane non ci rendiamo conto che ormai e' sera,il sole e' gia' tramontato e le luci dei neon iniziano a sfavillare tra le vie.L'atmosfera ora e' completamente diversa e noi ne rimaniamo folgorati




E' incredibile pensare come prenda vita facilmente la notte,in confronto alla cittadina in cui abito,dove le persone in giro nel centro la sera le puoi contare,qui invece mi sento persa! Fiumi di persone corrono,parlano,passeggiano tra colori,musica,luci....mi sembra di essere in un film,e tra queste vie ci perdiamo e incuriositi guardiamo tutte le insegne che illuminano a giorno.Da Yasakuni Dori






 ci troviamo poi persi in una vietta,colpiti dai fumi che avvolgono la stretta stradina,troviamo dei ristoranti minuscoli che accoglieranno si e no 4 persone per volta,qui e' tutto cosi' magico...


 Ma ecco davanti a noi la famosa porta di Kabukicho,il quartiere a luci rosse di Tokyo,dove c'è un'alta concentrazione di love hotel, night club, bordelli e locali per adulti.

Nonostante tutto non ci sentiamo in imbarazzo,sembrano locali normalissimi e la gente e' parecchia e varia e ovviamente le luci accecanti non mancano!

Ormai e' tardi ma non siamo stanchi ne' tantomeno affamati e un altra zona che mi piacerebbe visitare e' Golden Gai,ed e' proprio qui vicino ma non la troviamo. Chiediamo ad un povero cristo che non capisce l'inglese(o il nostro inglese?  ) e dopo averci mandato da tutt'altra parte si fionda dopo 5 minuti con la sua bicicletta a chiederci scusa e reindirizzarci sulla retta via! Che tenero e' venuto pure a cercarci!   Ci addentriamo tra le viette e  l'atmosfera qui e' decisamente magica! Golden Gai e' una perla...ha circa 200 mini localini che ospitano dai cinque ai dieci clienti ciascuno e pare sia il tutto molto amichevole,insomma...tipica atmosfera da bar. Tra le vie invece c'e' solo silenzio e fumo,e inizia a piovigginare il che rende tutto ancora piu' bello







 I nostri panzoni inziano a reclamare cibo e ci infiliamo nel primo posto che piu' ci convinceva.Decidiamo il menu',suoniamo il campanellino e quando arriva il cameriere ci facciamo capire come solo il linguaggio della fame si fa capire! Ed ecco che partono i primi insulti con le bacchette alla mano,e' cosi' angosciante non riuscirci subito!


Finisce cosi' la nostra prima giornata,e non vedro' l'ora di scoprire questa favolosa metropoli!



 23 SETTEMBRE
Ed ecco che ci svegliamo belli pimpanti(anzi,io sarei gia' sveglia dalle 5,ma omettiamo cio'...) perche' oggi andremo a visitare il quartiere che rimarra' al numero 1 nella nostra top list di Tokyo,ossia SHIBUYA!
Appena usciamo dalla metro come al solito ci metteremo mezz'ora per orientarci ,ma ecco che il mio occhietto scruta sulla sinistra una statua....MA...E'...HACHIKO!!! IL MIO HACHIKOOOOOOOO! Con un balzo mi getto su di lui,se non fosse che e' finto me lo sarei sbaciucchiato tutto!



Sara' che e' simbolo di amore e fedelta' eterna o sara' che anche noi abbiamo una cucciolona di Akita che solo dopo due giorni gia' mi manca da morire(poi ci manca che mia mamma mi manda sta foto strappalacrime
Immagine 
 per farmi sentire in colpa) sta di fatto che mi commuovo e ci manca poco a farmi strappare veramente una lacrimina.Ma qui non c'e' tempo per fare le femminucce! Andiamo all'incrocio,voglio farmi travolgere come un uovo strapazzato dai mille giapponesi che ogni giorno attraversano cio' che definiscono l'incrocio piu' grande del mondo!

Ci infiliamo nello Starbucks(consigliato dalle guide) per goderci l'attraversamento mentre facciamo colazione.
Subito dopo andremo tra le vie per negozietti con commessi improbabili,


e insegne improbabili

ma comunque tutto cosi' colorato e vivace da farci sentire nel paese dei balocchi
(se riesco devo mettere il video di una sciura giappa che gioca con i tamburi in un Pachinko-sala giochi)







Dopo pranzo andremo verso Omotesando,nel quartiere di Harajuku,con la sua infinita via di negozi di lusso e di personaggi eccentrici




 per poi finire nella caotica Takeshita Dori,stracolma di negozi per dark lolite,punk ecc ecc,insomma...per personaggi stravaganti!




Da questa via sbuchiamo a pochi metri dall'entrata per il Meiji Jingu,il santuario shintoista dedicato all'Imperatore Mutsuhito e a sua moglie.Varchiamo il gigante torii di legno
e percorriamo un lungo viale nel bel mezzo del verde del parco Yoyogi incontrando una serie di barili di Sake'



Giungiamo finalmente all'entrata principale e prima di entrare ci purifichiamo nelle tanti sorgenti disponibili





E' tutto molto tranquillo e silenzioso nonostante a pochi metri ci siano le strade affollatissime di cui vi parlavo prima.La sensazione e' quella di tornare nella vecchia Edo,elegante,raffinata,mistica...ed ecco che scorgiamo una sposa in fase di vestizione

scopriamo infatti che qui vengono celebrati i matrimoni,e superando un portico vediamo una coppia uscire dal tempio....non mi sembra vero,finalmente anche a me capitano delle botte di....
Mai visto tanta raffinatezza ed eleganza,riesco a commuovermi davanti a tanta bellezza







Da qui in poi iniziero' ad essere una stalker professionista nei confronti dei Giappi,fotografero' senza scrupoli invadendo ogni tipo di privacy,e sai che vi dico? Non me ne fregava niente! Ero troppo ispirata per non poterli fotografare.Le donne soprattutto mi hanno colpita,molte sono belle,fini,sempre composte,pettinate come se dovessero andare ad un matrimonio e se poi indossano il kimono raggiungono la perfezione a parer mio...no so,questa e' una mia visione,mi sono piaciute molto,hanno un fascino d'altri tempi,cosa che purtroppo care donne non posso poter dire per gli uomini...bruttini loro  !!!!



Ecco,aprendo il capitolo "come sono i Giapponesi?" oltre ad aver appurato che sono profumati,puliti,gran lavoratori ,molto ospitali,cortesi,rispettosi,civili se si pensa che ringraziano all'infinito,nei negozi,per strada,nei ristoranti..ovunque,ringraziano,sempre.
Uscendo dalla nuvoletta "Giappi in love"  piu' tardi vi diro' anche gli aspetti negativi...ora pero' continuiamo il diario.... 
Usciamo dal santuario e ci godiamo una bella passeggiata nel parco mentre le zanzare ci divoreranno e succhieranno circa 4000 cc di sangue


STRADA FACENDO NOTEREMO TANTE INSEGNE CON AKITINI/SHIBINI



                                                  TRAMONTO NEL SOL LEVANTE
Ormai e' sera e torniamo in quel di Shibuya per fare foto notturne al "mio" Hachiko
e all'incrocio che con le luci delle insegne cambia notevolemente l'atmosfera


Visto che oggi e' il compleanno di Fra  decidiamo di cenare in questo particolare ristorante
dove il proprietario vi deliziera' con "particolari" gag e recitazioni!!!

QUI NELLA PARTE DEL SERIO(che gli riesce abbastanza bene)


E QUI IN UNA DELLE SUE PERFORMANCE DA PERSONA NORMALE


                                                        QUESTO E' LO SCONTRINO
ps: se volete info sul ristorante chiedete pure o andate su youtube a vedere i video!!!!
Finisce cosi' anche questa giornata!!