martedì 18 aprile 2017

Tour on the road tra SVIZZERA,LIECHTENSTEIN,GERMANIA e FRANCIA + pelosa a bordo! (Parte 7 : Friburgo,Rotenbach)


Eccoci all'ultimo giorno di tour itinerante dove rientreremo in Germania nel pieno della foresta nera passando per Friburgo in Brisgovia ,una cittadina molto carina e piccola da girare in quanto ha una bella piazza con edifici d'epoca tra cui uno sgargiante municipio e la magnifica cattedrale(Munster) in stile gotico con dei dispettosi gargoyles(vedere foto). Per il resto e' piacevole girarla perdendosi come sempre nelle varie vie tra canali e bei palazzi tra cui una grande torre con orologio,diciamo che un'oretta o due bastano per godersela tutta. Noi per mancanza di tempo e per il fatto che ci fosse Aki con noi non siamo potuti andare all'Europa Park, un grosso parco divertimenti tutto a tema citta' Europee che dicano sia veramente bello e dista a poco da qui.



Si e' fatta sera e ci dirigiamo verso Rotenbach dove ci sara' il nostro hotel disperso in questo piccolo paesino nel cuore della foresta nera e che sara' l'ultima tappa del nostro viaggio,ahime'.

 Il mattino seguente dopo una buona colazione salutiamo a malincuore questi meravigliosi paesi con la speranza di tornarci un'altra volta approfondendo magari alcune zone della Foresta nera e poter fare piu' escursioni a livello di sentieri naturalistici.
Prima di tornare a casa ci fermiamo alla prima Lidl che troviamo e facciamo scorte di formaggi del posto(anche in  Alsazia ne abbiamo presi qualcuno mettendoli sottovuoto) e abbiamo affrontato il resto del viaggio con una bella puzza fetida in macchina!
Alla prossima avventura!

Giudizio generale sul viaggio: 
Di questo viaggio ho amato la diversita' dei vari posti che abbiamo visitato,il fatto di essere stati a Vaduz,cioe' voglio dire,chi ha mai messo in programma di andare in Liechtenstein??!! Solo il fatto di aver guadagnato la spilletta di questo stato mi ha resa troppo felice,e poi riempie la mia collezione che piano piano diventa sempre piu' colorata !
Ho amato follemente l'Alsazia(penso si sia capito dal racconto,ho usato circa 600 volte la parola bellissima,stupenda e fiabesca) e spero di rivisitarla altre 8000 volte!Dell'Alsazia ho amato sopratutto i colori sgargianti delle case a graticcio che sono veramente particolari e caratteristiche(anche questa parola l'ho usata troppe volte!).
Della regione Baden Württemberg mi e' piaciuto tutto, anche i tedeschi li ho sempre trovati gentilissimi e disponibili ma soprattutto ho trovato questi paesi in generale super PET FRIENDLY nei confronti di Akire e cio' mi ha resa super felice! Consiglieri a chiunque di venire qui con i cani.


lunedì 17 aprile 2017

Tour on the road tra SVIZZERA,LIECHTENSTEIN,GERMANIA e FRANCIA + pelosa a bordo! (Parte 6 : Riquewhir, Colmar,Eguisheim,Neuf Brisach)


Riquewhir e' un' altro paesino che ho adorato fin da subito, e' assurdo come ogni borgo sia sempre piu' bello di quello precedente, i colori delle case, i fiori,l'atmosfera,tutto mi ha completamente rapita.
Effettivamente non c'e' un vero e proprio centro,il bello e' perdersi e scovare tutti gli angoli piu' nascosti anche se sulla cartina del tourist office c'e' sempre qualche indicazione ma il mio consiglio e' appunto quello di perdersi...
Oltretutto finalmente abbiamo avuto l'occasione di pranzare e assaggiare una pietanza del posto: il Roestis...un gustosissimo sformatone di patate,nel mio caso con pollo,pomodori ed un uovo al centro. Se volete andarci il ristorante si chiama La taverne Alsacienne, un posto veramente incantevole con possibilita' di sedersi all'esterno ,si trova in una via abbastanza principale e questo e' il sito  http://alsace-taverne.fr/fr/menu   

Vi lascio alla galleria fotografica per la quale ne vale veramente la pena...sono sicura che vi innamorerete di questo posto! 😊

Se Riquewhir vi ha rubato il cuore dovreste vedere Colmar, la cittadina che visiteremo dopo...Colmar solitamente e' un nome che spesso viene associato ai famosi piumini ma mai avrei pensato che sotto questo nome si cela uno dei borghi piu' belli d'Europa.Colmar come negli altri borghi Alsaziani ha le caratteristiche case a graticcio di legno,i fiori che decorano i balconi dandogli ancora piu' colore ma Colmar ha anche i canali,ecco perche' esiste un quartiere chiamato Petite Venise , ha due belle cattedrali ed alcuni edifici particolari per le decorazioni in legno:Maison des tetes(casa delle teste)
e l'altra per i raffreschi rappresentanti animali e caricature...
Colmar e' veramente un'altra perla da non perdere assolutamente in questo itinerario.
Anche qui abbiamo deciso di fare uno spuntino per assaggiare le loro prelibatezze e quindi ci siamo fermati a La Krutenau nella pittoresca zona di petite Venise , il nostro fiuto ha fatto si' che assaggiassimo la loro tarte flambée, composto da una base di impasto lievitato che viene steso in maniera molto sottile, ricoperto tradizionalmente di cipolle,pancetta e una crema a base di panna acida e erbe. Viene poi cotto in forno a temperatura molto alta e il suo aspetto finale ricorda molto quello della pizza,la nostra prevedeva un'aggiunta gustosa di prosciutto cotto giusto perche' doveva essere solo uno spuntino!! Ovviamente non sto neanche a dirvi quanto era buona...sbavo ancora come Aki solo all'idea. Eccovi il sito del posto http://www.lakrutenau-colmar.com/#!/tarte
Ed ora la galleria fotografica...
Ah dimenticavo...prima di arrivare a Colmar,proprio parallelamente all'aereoporto su Route de Strasbourg in una rotoncda,c'e' una delle tante riproduzioni della statua della liberta'.
 Verso sera arriviamo a Turckheim dove alloggeremo per la sera, facciamo un giro veloce ma non offre tanto, quindo tiriamo l'orario di cena,mangiamo in albergo visto che siamo un po' stanchi e passeremo la serata a goderci il "canto" delle cicogne annidate su quasi tutti i tetti vicini al nostro.


Ci svegliamo abbastanza presto perche' anche oggi ci aspetta una bella giornata ricca di impegni( le nostre non sono vacanze...sono tour de force!) e un'altra splendida citta' ci aspetta..Eguisheim.
La particolarita' di questo paesino e' che oltre ad avere le solite casette a graticcio e' caratterizzato dal fatto che sulla mappa si presenta come un girotondo di vie e viette dall'aspetto fiabesco(ho la certezza che la Bella e la Bestia sia stata ambientata qui se no non me lo spiego), piu' delle altre questo borgo mi ha fatta sentire come in una favola per l'atmosfera magica e colorata che solo un cartone animato puo' far immaginare...
Nonostante le solite particolarita' che rappresentano questi villaggi,Eguisheim ha qualcosa in piu'...le feste di paese,il folklore vivo che pulsa in questo centro cosi' piccolo,il castello e la sensazione di rivivere nel passato...
Ahime' giunge il momento di lasciare questa straordinaria regione per rientrare in Germania e proseguire per l'ultimo giorno prima di rientrare a casa,ma per strada troviamo il cartello che indica un castello,percio' deviamo senza esitare e ci troviamo a Neuf Brisach, entriamo nel primo tourist office e scopriamo che questo piccolo comune oltre ad essere Patrimonio Unesco e' a forma ottagonale,circondata da mura antiche al quale si accede attraverso quattro porte disposte secondo i punti cardinali. Oltre le porte ci sono fossati,una serie di bastioni e barriere esterne a forma di doppia stella visibili dalla mappa.

sabato 15 aprile 2017

Tour on the road tra SVIZZERA,LIECHTENSTEIN,GERMANIA e FRANCIA + pelosa a bordo! (Parte 5 : Strasburgo,Obernai,Route de vins,chateau du haut Koenigsbourg)

Da Baden Baden attraversiamo il confine entrando finalmente nella fantastica regione Alsaziana in Francia puntando dritti dritti a Strasburgo.
Per prima cosa cerchiamo il nostro albergo e parcheggiamo la macchina in quanto il centro e' a soli 10 minuti di camminata. Il centro di Strasburgo detto anche Grande Île e' appunto una grande isola circondata dal fiume Ill ed e' piacevole riuscire a girarla perdendosi tra le vie respirando quest'atmosfera tipicamente Alsaziana tra le case a graticcio che la rendono caratteristica.
Come prima tappa scegliamo la zona detta Petite France che avrei chiamato Petite Venezia visto che e' attraversata da canali e la rendono molto simile(NB la parola Strasburgo tra l'altro significa incrocio di strade,ecco perche' questo reticolo di vie), ma non prima di aver solcato le torri che danno l'accesso all'isola.

Questo quartiere lo reputo in assoluto uno dei piu' belli di Strasburgo perche' oltre ad essere molto singolare e caratteristico sembra di rivivere nel XVI secolo con i suoi negozi e case d'epoca in legno.
Dopo due passi arriviamo in una delle piazze piu' grosse dove sorge la Cattedrale de Notre Dame,bellissima,in arenaria e stile gotico,sulla facciata si puo' notare un orologio astronomico capolavoro Rinascimentale. Non sto neanche a dire quanto amo i mille negozi di souvenir del posto...e ce ne sono a bizzeffe!
CHIAMATE IL WWF!

 Proseguendo nella direzione indicata sulla mappa(presa nell'ufficio turistico) ammiriamo un altro bel palazzo del settecento che ospita vari musei (con Akire non abbiamo potuto accedervi), ecco il Palais Rohan.
Ci scostiamo ancora un po' verso il lato opposto dell'isola e nel tragitto troviamo l'Opera national du Rhin che ospita appunto il teatro di Strasburgo.

Camminando camminando usciamo dalla Grand Ile e troviamo proprio di fronte la Place de la Republique dove si erge un bellissimo monumento ai caduti realizzato nel 1936 che rappresenta una madre e due figli, di cui uno morto per la Francia, l’altro per la Germania. Questo edificio si trova infatti nel cosiddetto quartiere Tedesco ,in quanto in tempi di guerra Strasburgo venne contesa da Francia e Germania,ecco il perche' di questa influenza tedesca.
 Finalmente e' giunto il momento relax della giornata e ci fiondiamo nel verdissimo e gudurioso Parc de l'Orangerie che ci accoglie con una meravigliosa famiglia di cicogne ,simbolo alsaziano che ci accompagnera' per tutto il viaggio...

MOMENTO PIEROANGELA (leggere pensando alla musichetta di Quark)
La cicogna, simbolo di fertilità, è divenuto il simbolo dell'Alsazia e i villaggi e i paesi che s'incontrano sulla strada del vino alsaziana sono la meta di questi uccelli.
Non tutti infatti sanno che le cicogne scelgono l'Alsazia e in particolare Strasburgo  per i suoi tetti.
Questi uccelli vengono in questa regione a nidificare e scelgono di fare i loro nidi sui campanili delle chiese e sui tetti delle case.


CIUPINA CHE SI RILASSA DIBBBRUTTO!
 Salutiamo le cicognette "Strasburghine" e andiamo a visitare,seppur da fuori ,un altro grande simbolo di Strasburgo: il Parlamento Europeo.
NB Per il parco de l'Orangerie ed il Parlamento sarebbe preferibile raggiungerle in macchina.
 Si e' fatta sera e stremati della giornata torniamo nel nostro albergo dal nome Collodiano "Le Grillon",mangiamo qualcosina nei dintorni e andiamo a nanna, un altra giornata piena di tappe ci attende...Bonne nuit Strasbourg!


L'aria frizzante del mattino ci da' un dolce risveglio, Ciupina e' curiosa e guarda dalla finestra cosa succede in giro, ci prepariamo e ripartiamo ...

 ...e' la volta dell'itinerario piu' bello del viaggio, e' la volta di scoprire la vera Alsazia...

Come prima tappa ecco Obernai.
Obernai spesso viene attribuita come tappa per chi volesse percorrere la Route de vins, un itinerario meraviglioso tra i vigneti alsaziani che attraversa questi piccoli borghi caratteristici dove credo abbiano preso spunto molte ambientazioni per film Disney (a me ricordano molto la location della Bella e la Bestia).
Il centro di Obernai e' veramente piccolo ma non delude di certo le aspettative, e' solo una delle tante perle di questa fiabesca regione Francese...
Parcheggiamo la macchina quasi nel centro,nella piazza del mercato che purtroppo oggi non c'e', poi ci guardiamo intorno e troviamo un sacco di edifici antichi e colorati,sempre in stile alsaziano, il bello e' proprio girare a caso e trovare vicoli nascosti e fiori ovunque... il viaggio dei miei sogni sta prendendo forma...
 Dopo neanche un oretta a malincuore lasciamo Obernai ma quello che ci aspettera' sara' di gran lunga entusiasmante...
Incalziamo la D35 e percorriamo quella che chiamano la ROUTE DE VINS (qui sotto la mappa con le tappe migliori)detta anche strada dei vini d'Alsazia lunga quasi 170 km.



Lungo il percorso si possono incontrare piccoli borghi rustici coloratissimi con le loro cantine tipiche dove poter assaggiare il loro vino(se no che strada dei vini e'??!!) ma non solo,anche castelli come lo Château du Haut Koenigsbourg che abbiamo potuto visitare solo in parte(purtroppo all'interno con il cane non si puo' entrare).